vai al contenuto principale

Nessun appuntamento disponibile nei tempi fissati dalla ricetta medica? Da questa settimana sul portale  ww.conlasalutenonsicherza.it che da mesi raccoglie le segnalazioni dei cittadini in merito al malfunzionamento del sistema sanitario regionale è disponibile un modulo che ciascuno può scaricare, compilare e presentare all’Asst di riferimento per ottenere visite ed esami diagnostici nei tempi stabiliti dalla prescrizione medica e con il solo pagamento del ticket, senza dover per forza ricorrere a prestazioni a pagamento a causa delle lunghe liste d’attesa.

La procedura è prevista dalla legge e più precisamente dalla delibera regionale nr. 1865 del 2019 e tuttavia poco pubblicizzata dalla Regione;  le liste d’attesa continuano a rappresentare un grande problema per i cittadini lombardi e bergamaschi, tanto che sono al primo posto come disagi segnalati al nostro portale. A fronte di soluzioni che tardano ad arrivare dalla regione, vogliamo aiutare i lombardi a far valere il loro diritto alla salute senza per forza dover mettere meno al portafogli ed evitando che chi non può permetterselo rinunci alle cure.

La delibera di riferimento, a pagina 11, recita che “nel caso in cui nella struttura che rappresenta la prima scelta per il cittadino non ci siano disponibilità entro i tempi stabiliti, il responsabile unico aziendale per i tempi di attesa si attiverà per individuare altre strutture in grado di offrire le prestazioni entro i tempi indicati; qualora sul territorio dell’Ats di riferimento non fossero presenti le disponibilità richieste, la struttura scelta dovrà impegnarsi a fornire comunque la prestazione al solo costo del ticket, se dovuto”.
Per usufruire di questa procedura è sufficiente seguire le indicazioni  sul portale  ww.conlasalutenonsicherza.it ovvero compilare il modulo inserendo le informazioni richieste: la ricetta medica, il documento di identità, la tessera sanitaria e l’e-mail di conferma dell’appuntamento fissato (che va oltre i termini indicati dalla ricetta). Dopodiché occorre scrivere una PEC allegando il modulo, indirizzandola alla ASST di residenza (tutte le indicazioni sul sito) e specificando nell’oggetto “Appuntamento fuori tempo massimo”. Sarete ricontattati entro 24/48 ore per fissare un nuovo appuntamento nei tempi stabiliti dal medico curante.

Sulle liste d’attesa la Regione non sta dando risposte adeguate dal momento che i cittadini continuano a segnalare disagi e prime disponibilità che vanno anche al 2027 come nel caso recentemente segnalato per una visita oculistica in bergamasca, mentre è in  aumento il flusso di lombardi che vanno a farsi curare in altre regioni e in diminuzione quello dei cittadini residenti fuori Lombardia che vengono a curarsi qui; il CUP unico, necessario per una questione di trasparenza e monitoraggio delle reali disponibilità di pubblico e privato convenzionato, non sarà operativo prima del 2027: nel frattempo, ci sembra doveroso spiegare ai cittadini come difendere il loro diritto alla salute e fare in modo che sia garantito nei tempi previsti, in accordo con la normativa regionale.

Torna su