vai al contenuto principale

Basta con il ricatto “Vuoi farti curare? Allora paga!” Basta con la sanità pubblica asservita a quella privata. Basta con i compromessi sulla salute.
Oggi in Lombardia una persona su nove rinuncia a curarsi, il 9,7% dei lombardi è stato costretto a scegliere un’assicurazione sanitaria privata e molti sono stati costretti a indebitarsi per accedere alle cure.

Ritardi, liste d’attesa infinite, pronto soccorso intasati, mancanza di medici di medicina generale sono il risultato di 30 anni di governo fallimentare della destra che ha gettato nell’anarchia il nostro servizio sanitario, per tanto tempo il più efficiente ed eccellente d’Italia.

È ORA DI CAMBIARE
Servono più fondi (anche a livello nazionale) e scelte diverse. Rilanciamo davvero la sanità pubblica (superando la cosiddetta “equivalenza” tra pubblico e privato), ricostruiamo servizi territoriali vicini ai cittadini, riorganizziamo una rete efficace di medici di medicina generale, sosteniamo gli infermieri e gli altri professionisti della sanità (di cui non possiamo ricordarci solo durante le gravi emergenze).

FIRMA anche tu la nostra proposta di legge popolare per ricostruire il servizio sociosanitario lombardo, a partire da 4 principi fondamentali:

1. Universalità del servizio
2. Centralità della prevenzione
3. Priorità dei servizi territoriali
4. Governo pubblico degli erogatori

COSA SIGNIFICA?
Accorciare i tempi di attesa per tutte e tutti, prevenire la malattia, potenziare i servizi riguardanti l’assistenza domiciliare, la salute mentale e le dipendenze, curare i malati cronici vicino a casa, potenziare i consultori pubblici per la salute della donna, non lasciare sole le persone con disabilità, gli anziani e le bambine e i bambini bisognosi di cure e attenzioni (mancano troppi pediatri: è inaccettabile!)

SI PUÒ FARE!
Applichiamo davvero questi 4 principi!

Approfondisci la nostra proposta di legge e firma anche tu!

 

Torna su